Quando l’economia girava e cresceva si avviavano spesso nuove attività.


In passato molte decisioni d’investimento venivano prese sulla base di un’occasione di business o di una semplice intuizione. Molte imprese sono cresciute senza valutare l’opportunità o la necessità di cambiare la forma giuridica o, più semplicemente, di riposizionare gli asset patrimoniali.

Oggi molte imprese e gruppi di imprese si presentano in modo disorganico. Risultano connotate da rigidità del patrimonio e da una allocazione degli investimenti che non risponde alle nuove esigenze di flessibilità e, allo stesso tempo, non consente di limitare i rischi e di salvaguardare il patrimonio dell’impresa e dell’imprenditore.

Le nostre soluzioni partono da un’analisi a 360 gradi della situazione esistente; valutiamo le possibilità di riorganizzazione, consapevoli che a volte non esiste una soluzione ideale che risolva ogni problema, ma certi che esista sempre la migliore soluzione possibile.

Riorganizzare significa riallocare e riposizionare gli asset patrimoniali e le attività produttive mediante operazioni straordinarie di scorporo, spin-off e aggregazione, ricorrendo a tutti gli strumenti giuridici a disposizione e scegliendo sempre il percorso che comporti i minori costi e i maggiori benefici.

La riorganizzazione consente spesso notevoli risparmi fiscali sia per la possibilità di affrancare i plusvalori emergenti degli asset aziendali, sia per il minor carico fiscale a regime nella nuova situazione di arrivo.

Il risultato di ogni riorganizzazione deve portare ad un assetto semplice e di facile gestione e con netta separazione delle attività rischiose dal patrimonio dell’impresa e dell’imprenditore. Dove ogni società o unità produttiva deve avere una sua tipicità e una mission ben definita.



VUOI MAGGIORI INFORMAZIONI?



SERVIZI: Riorganizzazione di aziende e gruppi di aziende